Home » Cosa vedere a Rione Sanità e Capodimonte

Cosa vedere a Rione Sanità e Capodimonte


Le cose più importanti da vedere al Rione Sanità e a Capodimonte.


©Karmor/Pixelio

Cimitero delle Fontanelle alla Sanità



©barbara/Flickr

Meravigliosa e suggestiva visita a grotte ricavate da cave di tufo, dove i napoletani praticano il culto delle “anime pezzentelle”, dei morti senza nome e di cui nessuno si cura, a cui il popolo dedica cure e preghiere.
Via Fontanelle 80, aperto tutti i giorni ore 10-17; gratuito


Museo di Capodimonte



©Antonio Manfredonio/Flickr

Il Museo di Capodimonte ospita opere meravigliose di Tiziano, Raffello, Michelangelo, Botticelli, Caravaggio, Parmigianino, un appartamento storico della prima metà dell’800, il salottino di porcellana con pareti interamente rivestite di porcellana, e la sezione contemporanea con opere di Andy Warhol, Alberto Burri, Mario Merz. Il Museo è suddiviso in diverse sezioni, solo per citarne alcune: Galleria Farnese, Galleria delle Porcellane, sezione delle arti di Napoli dal ‘200 al ‘700,
Via Miano 2, tutti i giorni 8:30-19:30; mercoledì chiuso; biglietto 8€, 4€ ridotto.


Porta San Gennaro



©Sallie/Flickr

La porta mantiene ancora l’originale intervento pittorico di Mattia Preti, l’affresco con la Madonna e i Santi che implorano la fine della peste nel 1656.
Via Foria adiacente piazza Cavour


Stazione Metro Cavour


Progettata dall’architetto Gae Aulenti che contiene diverse opere tra cui L'Ercole Farnese e la famosa testa di cavallo in bronzo legata a una serie di leggende.


Cavità di Piazza Cavour



©Alessandra tmd_g/Instagram

Le antiche cisterne scavate nel tufo utilizzate successivamente come ripari antiaerei. Una discesa nel sottosuolo napoletano che vi porterà a conoscere un altro volto della città.
Piazza Cavour 140, orari variabili; biglietto 10€; ridotto 7€ (bambini 5-12anni).


Basilica di Santa Maria della Sanità



©Fiore S. Barbato/Flickr

Imponente e bellissima chiesa costruita dall’architetto Fra Nuvolo dal 1602 che si sviluppa all’interno con originali soluzioni architettoniche e una meravigliosa scala in marmi policromi. Vi si trovano opere di famosi artisti del XVI e XVII secolo, nonché la catacomba di San Gaudioso con affreschi e mosaici del V secolo. Via Sanità 14, orari 10-13, ultimo ingresso ore 13;


Palazzo dello Spagnuolo



©Gianfranco Vitolo

In Via Vergini 19, capolavoro di architettura barocca di Ferdinando Sanfelice costruito dal 1738, nei cui giardini soleva rilassarsi Re Carlo. Ha ospitato l'Istituto delle guarattelle (teatro dei burattini) e un giorno ospiterà un museo dedicato a Totò.


Palazzo Sanfelice



©Visit Napoli

Via Vergini n°2 e n°6, costruito anch'esso da Sanfelice, sono due edifici con portoni gemelli e maestose scalinate.


Osservatorio Astronomico (Capodimonte)


Fu il primo Osservatorio Astronomico moderno (1819) e si trova in un bellissimo palazzo di stile neoclassico in posizione panoramica, ha al suo interno un museo ricchissimo di strumenti scientifici di varie epoche.
Salita Moiariello 16


Orto Botanico



©Vicky/Instagram

L'Orto Botanico di Napoli fu costruito all'inizio dell'800 dai francesi con l'intento di farne "istituzione del pubblico e moltiplicazione delle spezie utili alla salute, all'agricoltura e all'industria. Date le condizioni climatiche, è possibile coltivare ogni tipo di flora; la collezione ne conta oltre 10.000 specie, molte delle quali pregiate tra cui quelle del deserto e degli agrumi.
Via Foria 223; lun-mer-ven 9-14, mar-gio 9-16, visita solo su prenotazione; gratuito.


Real Albergo dei Poveri



©Antonio Bellan/Instagram

Un imponente edificio voluto da Carlo III per ospitare i poveri di tutto il regno, vecchi e bambini orfani e rieducare al lavoro i vagabondi. L'opera, pur magnifica, è rimasta incompiuta e si sono susseguite negli anni varie riqualificazioni. Ad oggi ospita "La città dei giovani".
Piazza Carlo III

Visit Napoli è su Facebook


Booking.com

Iscriviti alla Newsletter

I tuoi dati sono trattati in modo confidenziale, non verranno ceduti a terzi e puoi cancellarti definitivamente quando vuoi secondo la Privacy Policy.
Ho letto e accetto la Privacy Policy